Come Scegliere La Musica

Per Il Vostro Matrimonio Civile

Seppure il matrimonio civile sia più breve, chi dice che sia anche meno sfarzoso di quello religioso? Si pensi ai matrimoni civili celebrati all’aperto come ad esempio in riva al mare, oppure in un grande giardino, in un castello o in una villa. Il luogo rende queste celebrazioni estremamente suggestive e romantiche, un giorno speciale che rimarrà impresso nella mente non solo degli sposi e delle rispettive famiglie ma anche degli invitati. Proprio per questo, niente deve essere lasciato al caso e una particolare attenzione deve essere riservata alla scelta della musica o meglio dei sottofondi musicali che accompagneranno gli sposi durante la celebrazione civile e poi durante i festeggiamenti. Insomma, la scelta della musica nel matrimonio civile non è cosa da sottovalutare e mentre per il rito religioso le musiche generalmente richieste sono quelle più classiche, nel rito civile si potrà spaziare maggiormente scegliendo tra musica classica, leggera, moderna e per le coppie più temerarie anche musica pop.

Come scegliere la musica per il vostro matrimonio

Iniziamo dicendo che la scelta della musica non è cosa semplice e sarebbe opportuno farvi consigliere. In ogni caso di seguito proponiamo una serie di consigli e di elementi che dovrete prendere in considerazione nella scelta del sottofondo musicale per il giorno più importante della vostra vita.

Il budget

Il budget anche nella scelta della musica andrà in qualche modo ad influire. Sicuramente la scelta di un DJ comporterà un costo inferiore rispetto alla scelta di un gruppo musicale che farà musica dal vivo. Inoltre indipendentemente dalla vostra scelta ricordate che ci saranno alcuni DJ così come anche gruppi musicali che chiederanno di più rispetto ad altri. Quindi, prima di decidere valutate bene e rivolgetevi a diversi professionisti per capire quale fa al caso vostro.

Musica dal vivo o impianto stereo?

Per chi ne ha la possibilità la musica dal vivo è sicuramente maggiormente apprezzata rispetto all’impianto stereo. Durante la celebrazione sarebbe opportuno optare per delle musiche strumentali, lasciando il canto individuale o corale al momento dei festeggiamenti. Per chi invece preferisce l’impianto stereo bisogna prestare molta attenzione al volume che non deve essere troppo basso, altrimenti l’accompagnamento musicale non avrebbe senso, ma neanche troppo alto che infastidisca gli ospiti e non faccia ascoltare i momenti salienti della celebrazione. Il matrimonio civile presenta dei precisi istanti che vanno scanditi con l’utilizzo dell’accompagnamento musicale e sono: l’arrivo degli invitati; l’arrivo degli sposi in cui ognuno dei due potrà scegliere la propria musica; il momento delle letture; la firma; l’uscita degli sposi e in questo caso è necessario scegliere una musica che piaccia ad entrambi oppure una canzone a cui si è particolarmente legati o, per una scelta ancora più romantica, una canzone che rappresenti un pò la colonna sonora della vostra storia d’amore.
Nel corso del rito potrete spaziare tra musiche strumentali classiche come quelle di Lits, Beethoven, Mozart o Bach o musiche più moderne. La scelta dipenderà molto dai vostri gusti personali, l’importante è oltre alla scelta dei brani scegliere anche la sequenza in cui verranno eseguite o ascoltate e stilare quindi una sorta di scaletta.

Che genere di musica scegliere.

Come già anticipato, questo dipenderà molto dai vostri gusti personali e dalle vostre preferenze. L’importante è che l’accompagnamento musicale scelto non rappresenti la nota stonata del matrimonio, per evitare ciò è necessario prendere in considerazione una serie di elementi come ad esempio lo stile del matrimonio ma anche la vostra personalità. Se tutti vi conoscono per avere un carattere aperto e allegro, una musica troppo formale di certo non vi rappresenterebbe al meglio. Quindi non abbiate paura neanche nella scelta dei brani perché il matrimonio è sì un momento solenne e importante nella vita della coppia ma non deve per forza costringervi in degli schemi precostituiti che non vi appartengono. Importante è anche seguire un filone logico nella scelta dei brani, se vi piace un genere di musica, concentratevi su quella e spaziate nella scelta dei vari brani però seguendo sempre quel determinato genere. Non sarebbe il massimo mischiare generi totalmente opposti facendo susseguire ad esempio brani di Beethoven a quelli di Jovanotti.

Quanti brani bisogna scegliere?

Durante la celebrazione sarebbe opportuno scegliere almeno 6 brani che vadano a fare da sottofondo ai momenti più importanti. E’ consigliabile che i brani siano solo strumentali. Inoltre, si può decidere per una settima canzone che può fare da sottofondo musicale all’intero rito. Una volta arrivati alla location e durante i festeggiamenti invece date libero sfogo a brani musicali con accompagnamento vocale unico o corale.

Ad ogni momento la sua musica

Dopo aver seguito questi piccoli consigli, ricordate che indipendentemente dal genere scelto ogni momento di questa particolare e splendida giornata dovrà essere scandito da un’accompagnamento musicale che rispetti determinate regole.

1

Durante la cerimonia le musiche preferibili sono perlopiù brani classici, anche rivisitati, ed esclusivamente strumentali perché l’accompagnamento vocale potrebbe disturbare e andare a coprire la voce degli sposi o dell’ufficiale di stato civile.

2

Durante il ricevimento la musica deve fare da sottofondo. Il volume non deve essere troppo alto e soprattutto invadente perché finirebbe per disturbare e far venire il mal di testa agli invitati. Durante l’aperitivo, nelle pause tra una portata ed un’altra e il buffet di dolci, la musica deve essere presente ma come un leggero sottofondo.

3

L’inizio delle danze prevede generalmente la scelta di balli lenti. Il primo ballo spetta agli sposi e poi, tradizione vuole, che il terzo ballo venga fatto dalla sposa con il papà e ad un certo punto questo la ceda al marito in segno del passaggio della sposa dalla famiglia d’origine alla nuova famiglia. Proprio per questo è importante che per i primi balli vengano scelte delle musiche lente.

4

I festeggiamenti devono essere all’insegna del divertimento e quindi nella scelta bisognerà pensare a tutti gli invitati e non concentrarsi esclusivamente sui propri gusti. I brani scelti dovranno essere ballati da tutti e quindi cercate di spaziare da musiche più ritmiche a quelle più melodiche o lente.

Quali generi musicali si posso scegliere per il rito civile

Gli sposi hanno la possibilità di scegliere tra vari generi. Di seguito quelli più in voga tra le coppie di futuri sposi.
Il genere classico è sicuramente il preferito da molte coppie e rappresenta un must senza tempo che non passerà mai di moda. Questo genere per la celebrazione di certo non stupirà gli ospiti ma l’ottimo risultato è assicurato. Tra le melodie maggiormente scelte rientrano: Sogno d’amore di Litz; Adagio di Albinoni; Marcia nuziale di Wagner; Romanza per violino di Beethoven. Un’altro classico intramontabile rimane il pianoforte. L’uso del pianoforte per le note che accompagneranno la celebrazione del vostro matrimonio rimane una scelta molto raffinata e di gran classe. Sicuramente molto apprezzata anche dagli ospiti.
Il genere gospel nasce dalle chiese afro-americane negli anni trenta e si è sempre più diffuso in Italia a partire dall’ultimo decennio. Sono sempre di più le coppie che apprezzano questo genere e lo vogliono come accompagnamento per il loro matrimonio.
Il genere celtico che nasce dalla tradizione dei paesi celtici è in grado di imprimere alla celebrazione uno stile originale e intenso. Una musica popolare che permette di fare un viaggio tra le tradizioni musicali di paesi come l’Irlanda, la Scozia la Cornovaglia e la Bretagna. I generi jazz/swing/soul sono sempre di gran moda. Una scelta sobria ed elegante ma allo stesso tempo innovativa.

Sei interessato ai nostri servizi?
Compila il form e richiedi un preventivo personalizzato per il tuo matrimonio.

1

Hai bisogno di maggiori informazioni sui nostri servizi?
Richiedi un appuntamento , il nostro staff sarà lieto di aiutarti.

CONTATTI
1

Siamo al Verde di Fontanella Anna
p.iva 02078920127 | c.f. fntnna70s60l319t
Via Varese 38, Gallarate (VA)
+39 342/6747890
+39 333/8996626

Aperti tutti i giorni
dalle 9:00 alle 19:30

info@andiamoinbianco.it

© Copyright 2018 Andiamo In Bianco | Design by Tresol Group

CONTATTI
1

Siamo al Verde di Fontanella Anna
p.iva 02078920127 | c.f. fntnna70s60l319t
Via Varese 38, Gallarate (VA)
+39 342/6747890
+39 333/8996626

Aperti tutti i giorni
dalle 9:00 alle 19:30

info@andiamoinbianco.it

© Copyright 2018 Andiamo In Bianco – Design by Tresol Group

Sei interessato ai nostri servizi?
Compila il form e richiedi un preventivo personalizzato per il tuo matrimonio.

1

Hai bisogno di maggiori informazioni sui nostri servizi?
Richiedi un appuntamento , il nostro staff sarà lieto di aiutarti.

Apri su WhatsApp
1
Bisogno di assistenza?
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti?
Powered by

Questo sito fa uso di cookie per raccogliere informazioni e statistiche sull’utilizzo del sito stesso e per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di terze parti. Può conoscere i dettagli consultando la pagina cookie policy qui e presente in fondo a tutte le pagine. I cookie sono preventivamente bloccati, accettando si acconsente all’utilizzo degli stessi.