Idee Per Gli Addobbi Della Chiesa

IDEE PER GLI ADDOBBI DELLA CHIESA

Quando pensiamo agli elementi fondamentali che rendono memorabile un matrimonio, sicuramente l’addobbo floreale della Chiesa è in pole position. Un addobbo coerente col tono, il tema e lo stile della cerimonia fa subito la differenza. Posto d’onore nell’album dei ricordi più significativi e commoventi è il momento dell’ingresso in chiesa degli sposi, accompagnati dai rispettivi genitori, o assieme. Quelle foto immortalano volti sorridenti e commossi, ma lo sfondo che risalta maggiormente è costituito dalle decorazioni della navata. Sempre più spesso le chiese presentano architetture moderne ed avveniristiche, per cui sono proprio i fiori a colorare ed abbellire la… scenografia. Nella scelta dei fiori, gli sposi dovranno tenere contro della luminosità della chiesa, delle dimensioni, della luce, dell’orario della celebrazione, dell’abito della sposa. Per questo, è opportuno farsi consigliare da esperti e far lavorare insieme i professionisti che si occuperanno dell’organizzazione dell’evento più importante della vostra vita.

Vediamo insieme alcune idee di stile.

1
Il Total White

Adatto a matrimoni formali e minimalisti, è subito sinonimo di eleganza, semplicità e purezza. Scelta molto luminosa, è adatta sia a chiese spoglie, come quelle romaniche, sia a un contesto barocco, decorato, affrescato e ricco di stucchi ed elementi architettonici. Molto raffinato, deve armonizzarsi con l’abito e il bouquet della sposa, perché, in questo caso, l’effetto a contrasto non è indicato. Rose bianche, calle, peonie, amaryllis sono i fiori più delicati. Le ortensie bianche fanno volume, i tulipani e le margherite regalano un tocco di semplicità. La gysophila, detta anche velo da sposa, è appunto adatta se la sposa opta per indossare tale accessorio. Un tocco di verde a contrasto può essere utile a spezzare un po’ la monocromia. Il bianco permette di valorizzare la composizione con nastri di tulle e candele, fiocchi e qualche strass, se piacciono alla sposa.

2
A Tutto Colore

La scelta opposta alla precedente riguarda l’utilizzo di una varietà di fiori dalla tonalità il più possibile vivace e colorata. In questo caso occorre fare attenzione ai contrasti: quelli troppo spinti sono difficili da utilizzare senza l’effetto accozzaglia. Il suggerimento è, dunque, quello di scegliere un colore predominante, anche molto intenso, da sovrapporre, poi, in tutte le varianti e sfumature. In questo caso è meglio non abbinare anche un’eccessiva varietà di fiori, ma è bene restare su due, tre tipologie al massimo. I nastri e il bouquet potranno essere in tono. La sposa potrà indossare un accessorio che richiami il colore dominante, così come le damigelle, i testimoni e lo sposo. Anche le partecipazioni, le decorazioni ai tavoli del locale dove si terrà il party ed altri dettagli potranno mantenere questa sfumatura come leit motiv.

3
L’Originalità

Le decorazioni floreali possono riguardare non solo la navata della chiesa, l’altare e il ristorante, o comunque gli ambienti della festa: essi possono costituire anche un ricordo per le invitate. Si può preparare un tavolo o uno spazio in cui rifornirsi di accessori quali i coni di carta pieni di riso, bolle di sapone per i bambini, ventagli o infradito di gomma se il matrimonio è informale e si celebra in estate, ombrelli in caso di pioggia e, insieme, proporre piccole piantine o mazzolini di fiori in tono col bouquet della sposa e le decorazioni per tutte le ospiti. Sarà un pensiero gradito e permetterà agli invitati di prolungare il ricordo della festa anche a cerimonia terminata. L’ideale sono i fiori stabilizzati o piccole composizioni da inserire in scatoline di plexiglas: potranno essere trasportati agevolmente e conservati a lungo.

4
Lo Stile Country

Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede fra le spose uno stile rustico e shabby chic. Adatto a chi prosegue la festa in locali agrituristici o di campagna, può prevedere, accanto a fiori semplici e dai colori tenui come i girasoli, le margherite, i papaveri, i tulipani, le giunchiglie, i narcisi anche elementi decorativi naturali come edera, corteccia, legno o sughero. Ottimo, in questo caso, l’utilizzo dei fiori di campo, che possono essere ripresi nell’acconciatura della sposa. Indicato anche l’uso della lavanda, semplice e profumata e che richiama subito paesaggi provenzali.

5
Super Chic

Lo stile più ricercato prevede l’utilizzo di fiori nobili e delicati come le rose, le peonie, i mughetti, i ranuncoli. Adatto a spose romantiche, rende al meglio nei toni del rosa e del lilla. Si sposa bene con l’utilizzo di nastri ed altri elementi decorativi: più i fiori sono semplici, più si può osare nella composizione.

6
Semplicità per la navata centrale, Osando di più sull’altare

Se la navata della chiesa non è molto ampia, decorazioni floreali troppo invadenti rischiano di ostacolare o oscurare il passaggio della sposa. Se la chiesa è buia, anche in foto le decorazioni del passaggio non risalteranno particolarmente. Ancora, se presenta un’architettura spoglia ed essenziale, decorazioni troppo vistose perderanno comunque di appeal. In questo caso, dunque, si possono posizionare, ai lati esterni delle panche, semplici composizioni formate da piccolissimi bouquet, con qualche nastro di tulle in tono, magari prevedendo un rivestimento in stoffa per le panche, puntando di più sull’altare. Su quest’ultimo sono rivolte tutte le luci e l’attenzione di fotografo e invitati nel corso della la cerimonia. Vale la pena, allora, prevedere composizioni più importanti. Esse si possono slanciare verso l’alto, utilizzando iris, gladioli, gigli, narcisi, laddove ci siano soffitti alti, archi gotici, a sesto acuto. Possono essere più compatte e sviluppate in senso orizzontale in presenza di chiese moderne, romaniche o con archi a tutto sesto. Per buona educazione, occorre sempre chiedere prima al sacerdote che celebra o al parroco se sono tollerati fiori anche sull’altare. In caso di risposta affermativa, si potranno posizionare su di esso composizioni che richiamino quelle laterali, ma più piccole e meno invadenti.

Passiamo ora a qualche consiglio pratico e di etichetta, per non sbagliare la scelta dei fiori ma anche, più in generale, per una buona organizzazione del vostro giorno più bello.

1
Non allontanatevi troppo dal vostro stile e personalità.

Inutile scegliere fiori sfarzosi se siete persone semplici e timide o, viceversa, se amate tutto ciò che è appariscente, non optate per fiori semplici e romantici. Anche questi dettagli devono rispecchiarvi per come siete e non andare contro la vostra natura.

2
Affidatevi a dei professionisti.

Fatevi consigliare. Il fai da te potete riservarlo ad altre occasioni, non al matrimonio. Rischiate di arrivare al grande giorno stanchi e stressati e di fare scelte sbagliate.

3
Seguite la stagionalità.

Informatevi su quali sono i fiori che fioriscono nel periodo del vostro matrimonio. Saranno più belli, più adatti all’evento e più facili da reperire.

4
Il budget.

Considerate che, anche fra i fiori, ne esistono veramente di ogni prezzo. Se avete un budget predefinito, sinceratevi che la vostra scelta sia compatibile con esso: un fiore non vale l’altro!

5
Pensate a tutto quello che è da decorare con i fiori.

Non ci sono solo la navata centrale e l’altare della chiesa. Si possono decorare i locali della festa e i tavoli del ristorante, naturalmente, ma non trascurate di pensare alla macchina degli sposi, ai fiori all’occhiello dello sposo, dei genitori degli sposi, dei testimoni, ai bracciali delle damigelle, alle coroncine delle paggette, ai fiori da regalare, eventualmente alle invitate. Un consiglio: prevedete un doppio bouquet, uno da conservare per ricordo, facendolo seccare, un altro da lanciare alle invitate.

Infine, cosa fare dei fiori, una volta terminata la cerimonia? Solitamente restano alla chiesa. Sarà bello per i fedeli trovarla decorata e pensare che una coppia si è appena giurata amore eterno! Se, però, siete particolarmente devoti a un santo o a una immagine sacra conservata altrove, o avete parenti e amici defunti che avete piacere di ricordare nel giorno del vostro matrimonio, parte di essi potrete portarli in questi luoghi e deporli. Sarà un modo per sentire ancora più personale e partecipato il giorno più bello della vostra vita!

Sei interessato ai nostri servizi?
Compila il form e richiedi un preventivo personalizzato per il tuo matrimonio.

1

Hai bisogno di maggiori informazioni sui nostri servizi?
Richiedi un appuntamento , il nostro staff sarà lieto di aiutarti.

CONTATTI
1

Siamo al Verde di Fontanella Anna
p.iva 02078920127 | c.f. fntnna70s60l319t
Via Varese 38, Gallarate (VA)
+39 342/6747890
+39 333/8996626

Aperti tutti i giorni
dalle 9:00 alle 19:30

info@andiamoinbianco.it

© Copyright 2018 Andiamo In Bianco | Design by Tresol Group

CONTATTI
1

Siamo al Verde di Fontanella Anna
p.iva 02078920127 | c.f. fntnna70s60l319t
Via Varese 38, Gallarate (VA)
+39 342/6747890
+39 333/8996626

Aperti tutti i giorni
dalle 9:00 alle 19:30

info@andiamoinbianco.it

© Copyright 2018 Andiamo In Bianco – Design by Tresol Group

Sei interessato ai nostri servizi?
Compila il form e richiedi un preventivo personalizzato per il tuo matrimonio.

1

Hai bisogno di maggiori informazioni sui nostri servizi?
Richiedi un appuntamento , il nostro staff sarà lieto di aiutarti.

Apri su WhatsApp
1
Bisogno di assistenza?
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti?

Questo sito fa uso di cookie per raccogliere informazioni e statistiche sull’utilizzo del sito stesso e per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di terze parti. Può conoscere i dettagli consultando la pagina cookie policy qui e presente in fondo a tutte le pagine. I cookie sono preventivamente bloccati, accettando si acconsente all’utilizzo degli stessi.