Per una donna il giorno in cui si sposa è forse in assoluto il più importante della sua vita. Ecco perché non correrebbe mai il rischio che la malasorte possa colpirla proprio in questa speciale ricorrenza! Si sa che l’Italia è un Paese molto tradizionale, che conserva credenze del passato e le osserva ancora scrupolosamente. Anche rispetto al giorno del matrimonio ci sono alcune diffuse credenze, che qualcuno definisce superstizioni ma che potremmo meglio definire come riti scaramantici. Per ogni sposa che desidera che il suo giorno più bello sia perfetto, ecco quali sono le tradizioni legate al matrimonio che non dovrebbe mai dimenticarsi di seguire!

L’abito da sposa

L’abito della sposa è la vera incognita di ogni matrimonio: lo sposo non deve assolutamente vederlo prima di arrivare all’altare, pena gravi sciagure! Per la scelta dell’abito giusto una sposa si può affidare ai servizi professionali di Andiamo in Bianco che, grazie ad una nutrita lista di fornitori, sarà in grado di presentarle una selezione molto vasta dei modelli più in voga. Al di là del modello, però, la nubenda dovrà decidere prima di quale colore desidera che sia il suo vestito nuziale. Ogni colore ha un significato e secondo la tradizione scegliere il colore sbagliato potrebbe portare a conseguenze indesiderate. Con il bianco non si sbaglia mai, ma chi sposa in rosa potrebbe presagire una perdita economica importante. Se la sposa indossa il rosso esprime inconsapevolmente un desiderio di morte; il giallo è mancanza di stima. Un po’ meno drammatici i significati di un abito blu, che indica sincerità, e di un abito verde, che parla solo di un po’ di timidezza. Quindi il colore dell’abito non va scelto con leggerezza, specie se si vuole derogare dal semplice bianco.

Le cose da indossare

C’è poi un’antichissima tradizione che viene tramandata di nonna in madre in figlia, ed è quella che insegna quali particolari oggetti una sposa deve portare addosso nel momento in cui incede verso l’altare. Deve avere addosso qualcosa di blu in quanto, come abbiamo detto, questo è il colore della sincerità. Se l’abito è bianco, in blu potrebbe essere la giarrettiera o qualche altro indumento intimo non immediatamente visibile. Deve inoltre indossare qualcosa di vecchio, che simboleggi il passato che non viene dimenticato ma entra far parte della nuova vita di donna sposata, e qualcosa di nuovo, che ovviamente simboleggia la vita da donna sposata che sta per iniziare. Inoltre deve avere addosso qualcosa di prestato, perché è come se portasse con sé tutti gli amici più cari che saranno al suo fianco nel nuovo cammino, e qualcosa di regalato. Il dono è segno dell’affetto che accompagna la sposa fino al momento del si.

Il bouquet

Il bouquet della sposa è forse uno degli accessori più importanti del suo look. Andiamo in Bianco aiuta nella scelta dei fiori più giusti e della forma che meglio si addice al modello di abito prescelto; ma ci sono alcune regole basilari che la sposa deve conoscere e rispettare. Il bouquet non deve essere acquistato personalmente ma deve essere un regalo dello sposo o della futura suocera. Il bouquet è legato anche ad un altro immancabile rito di ogni matrimonio, ovvero il lancio finale. La sposa raduna tutte le amiche ancora nubili, volta loro le spalle e lancia il suo bouquet verso di loro. Colei che riuscirà ad afferrarlo sarà la prossima che convolerà a nozze.

Lontana dallo specchio

Questa tradizione è davvero crudele per una donna, che ama rimirarsi allo specchio per vedere in che modo gli sta addosso un abito in ogni occasione, figurarsi nel giorno del suo matrimonio. Invece sembra che per una sposa osservarsi allo specchio già vestita e pettinata per l’altare possa portare grande sfortuna, ecco perché è assolutamente vietato farlo. Al limite ci si può concedere una sbirciatina, ma solo dopo aver tolto qualche accessorio, ad esempio un guanto o una scarpa.

Attenzione alle fedi nuziali

Bisogna fare grande attenzione alle fedi nuziali, quando il paggetto le porta all’altare e gli sposi le prendono per scambiarsele. Se malauguratamente dovessero cadere per terra, non dovranno essere i nubendi a raccoglierle né nessun altro a parte il sacerdote, o chi sta officiando il rito nuziale. Altrimenti la sfortuna si abbatterebbe sulla nuova famiglia appena formata. Inoltre una sposa non dovrebbe mai fare a meno delle sue damigelle d’onore. Pare infatti che la loro presenza non sia puramente ornamentale, ma risalga addirittura ai rituali dell’Antico Egitto. Le damigelle si pongono al fianco della sposa per proteggerla dagli spiriti maligni che potrebbero provare a portarla via. Per lo stesso motivo si devono suonare i clacson della automobili una volta che la cerimonia è finita, in generale, fare molto rumore.

Una pioggia di riso

Il rito del lancio del riso è abbastanza tragico per gli sposi, che spesso si trovano inondati da manciate di riso e finiscono per ritrovare chicchi in ogni piega dei loro abiti! Però è un rituale benagurale che infatti non si tralascia mai di mettere in atto. Il riso è un simbolo di abbondanza, di buona sorte per la giovane coppia. Per lo stesso motivo si usa dire che una sposa bagnata è una sposa fortunata. questo detto risale ai tempi in cui la società era prevalentemente agricola e quindi la pioggia serviva a rendere più fertili i campi.

Le bomboniere

Durante il ricevimento gli sposi girano per i tavoli a regalare le bomboniere. Ce ne deve essere una per ogni invitato: per scegliere i modelli migliori ci si può affidare al servizio professionale offerto da Andiamo in Bianco, che permetterà agli sposi di trovare il pensiero più adatto per loro e per gli invitati. Dentro ogni bomboniera ci devono essere cinque confetti bianchi. Ogni confetto ha un significato specifico che rappresenta qualcosa di molto implorante per la vita futura che aspetta gli sposi. Sono simbolo di salute, ricchezza, felicità, lunga vita, fertilità e spiritualità, che si spera possano non mancare mai nella vita della nuova famiglia che si è appena formata.

Varcare la soglia

Infine, la giornata è conclusa e gli sposi arrivano alla fine a casa propria, la casa in cui vivranno insieme. Per tradizione lo sposo deve sollevare la sposa in braccio e farle varcare in questo modo l’uscio dell’abitazione. Questa galanteria ha origine in epoca romana, quando si credeva che se la sposa fosse inciampata entrando avrebbe attirato la malasorte sulla casa. Forse oggi noi non crediamo più a molte di queste usanze, ma le osserviamo lo stesso: chi vorrebbe correre il rischio di rovinare il proprio matrimonio?

Sei interessato ai nostri servizi?
Compila il form e richiedi un preventivo personalizzato per il tuo matrimonio.

1

Hai bisogno di maggiori informazioni sui nostri servizi?
Richiedi un appuntamento , il nostro staff sarà lieto di aiutarti.

CONTATTI
1

Siamo al Verde di Fontanella Anna
p.iva 02078920127 | c.f. fntnna70s60l319t
Via Varese 38, Gallarate (VA)
+39 342/6747890
+39 333/8996626

Aperti tutti i giorni
dalle 9:00 alle 19:30

info@www.andiamoinbianco.it

© Copyright 2018 Andiamo In Bianco | Design by Tresol Group

CONTATTI
1

Siamo al Verde di Fontanella Anna
p.iva 02078920127 | c.f. fntnna70s60l319t
Via Varese 38, Gallarate (VA)
+39 342/6747890
+39 333/8996626

Aperti tutti i giorni
dalle 9:00 alle 19:30

info@www.andiamoinbianco.it

© Copyright 2018 Andiamo In Bianco – Design by Tresol Group

Sei interessato ai nostri servizi?
Compila il form e richiedi un preventivo personalizzato per il tuo matrimonio.

1

Hai bisogno di maggiori informazioni sui nostri servizi?
Richiedi un appuntamento , il nostro staff sarà lieto di aiutarti.

Apri su WhatsApp
1
Bisogno di assistenza?
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti?
Powered by

Questo sito fa uso di cookie per raccogliere informazioni e statistiche sull’utilizzo del sito stesso e per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di terze parti. Può conoscere i dettagli consultando la pagina cookie policy qui e presente in fondo a tutte le pagine. I cookie sono preventivamente bloccati, accettando si acconsente all’utilizzo degli stessi.